Misteri della vita. Energia vitale - Racconti, cultura, collezione, vendita

Vai ai contenuti
Logo sito web
LA VITA e L'ANIMA di Renato Gioja
Questo intervento trae origine da letture di testi pubblicati da moderni pensatori sulle questioni della vita. Ad essi sono aggiunte considerazioni personali.
LA VITA E L’ANIMA di Renato Gioja
Sul tema della vita vi sono tante ipotesi ma, ovviamente, nessuno può dimostrare che le proprie tesi siano veritiere. Non esiste possibilità di poter affermare quale possa essere lo scopo della vita sulla Terra, nell’Universo e, forse, oltre.
Scopo primario della vita dovrebbe essere il desiderio di raggiungere la conoscenza del mondo misterioso dell’aldilà ma ciò è impossibile perché, per quanto ci è noto, nessuno è tornato indietro per insegnarci la via da percorrere. Vi sono però persone più fortunate che in vita hanno vissuto esperienze extrasensoriali cioè persone che hanno subìto migrazioni temporanee dalla forma materiale a quella eterea (OBE= Out of body experiences). Sono persone che in particolari situazioni sono state proiettate nel mondo immateriale, appunto il mondo extrasensoriale, e chissà che in quei momenti non abbiano conosciuto il mondo dello spirito. Non lo sappiamo e non lo sapremo mai però possiamo raccontare eventi realmente avvenuti pur senza voler generare conclusioni che potrebbero essere assunte come verità di fede. Per ciascuna persona potersi trasferire nel mondo immateriale e poi ritornare alla realtà terrena sarebbe davvero una felicità insperata per aver vissuto per breve tempo l’esistenza di un mondo etereo ed avere acquisito la prova che qualcosa esiste oltre il corpo ed oltre la società dell’uomo. Si potrebbe credere con dati di fatto che la morte sia davvero il passaggio verso qualcosa di diverso. Chi è stato protagonista di fatti innegabili dai quali è stato toccato direttamente sarà certamente più disponibile ad accettare l’immateriale con la motivazione a sollevarsi dalla realtà terrena e cercare una soluzione ai dubbi della vita. Oggi possiamo solo esaminare alcune esperienze extra sensoriali (ESP = extra sensorial experience) oppure fatti vissuti in situazioni di pericolo di morte (NDE = near death experience) come anche il richiamo di entità nelle sedute spiritiche. In merito possiamo ritenere credibili le traslazioni del corpo sdoppiato perché vi sono testimonianze che lo affermano come anche la fuoriuscita dal corpo giacente inerte, il rientro e la successiva descrizione di fatti avvenuti sul posto o altrove durante la fase di inerzia. Altre situazioni possono essere dubbie, specialmente dove interviene l’ipnosi quale strumento di sollecitazione delle capacità mentali.Nella vita terrena possiamo con certezza distinguere il corpo materiale dal corpo etereo ma, pur in presenza dei fatti descritti, ci è impossibile immaginare cosa possa avvenire dopo la morte come anche risolvere il mistero della vita. Qualcuno ipotizza che, essendo ogni cosa energia più o meno condensata, ad ogni singola vita sia assegnato il compito di purificare la propria parte di energia attraverso la crescita interiore ed apportare tale  energia all’anima attraverso la morte. In tal modo l’anima potrà acquistare valore verso l’origine di tutto che noi definiamo Dio e confluire in esso quando totalmente pura.In questa credenza le vite che non hanno contribuito alla purificazione sarebbero condannate ad altre vite terrene (reincarnazione), cioè l’inferno. Un inferno senza fiamme o patimenti ma solo il ritorno alla materia che vale più di una punizione.
Pulsante esci  Pulsante stampa  Pulsante vai a elenco
Torna ai contenuti