Misteri della vita. Introduzione all'argomento. - Racconti, cultura, collezione, vendita

Vai ai contenuti

Menu principale:

Logo sito web
MISTERI della VITA. Introduzione.
 
Si tratta di argomenti che vanno letti con spirito critico ma con mente libera da pregiudizi. Si può credere o non credere a ciò che hanno raccontato gli studiosi e testimoniato le persone ma potrebbe essere un'occasione per pensare. Roberto Ajala, sperimentatore del libero pensiero.
 
Dove finisce la conoscenza dei fenomeni comprensibili della natura si parla di “soprannaturale” ma in realtà non c’è niente di soprannaturale perché quei fenomeni sono una componente della natura stessa, una parte di essa che noi non conosciamo e su cui poco ci interroghiamo. Non potendone capire le origini e l’esistenza etichettiamo l’argomento con il termine di “soprannaturale”.
 
Si tratta di manifestazioni che si pongono oltre la cultura corrente ma che troviamo già nella storia più antica come anche nei tempi più recenti. In parallelo con lo sviluppo degli studi e delle tecniche pschiatriche, lo studio di questi fenomeni ha avuto un buon impulso nella seconda metà dell’ottocento e notorietà diffusa con la parapsicologia degli anni sessanta per poi scemare negli anni settanta forse nell’impossibilità di raggiungere risultati dimostrabili o perché non muovevano interessi economici. Sono tanti i personaggi che nel passato hanno elaborato ipotesi possibilistiche sugli eventi “sovrannaturali” e lo hanno fatto in forma di studio suscitando attenzione più nel mondo culturale che nella massa. Attualmente l’orientamento speculativo è sulle tecniche di ipnosi regressiva e poco sullo studio delle origini delle manifestazioni.
 
In questo scenario si collocano diversi argomenti che in seguito andremo a prospettare allo scopo di sollecitare la curiosità del lettore e forse avviare un percorso di approfondimento su argomenti dapprima esclusi dalla sua attenzione. Inizialmente tratteremo dell’esistenza in noi di un corpo astrale residente in quello materiale, la sua separazione dal corpo in piena coscienza, il trasferimento in forma eterea in un altro posto. Passeremo in seguito ad alcune ipotesi sull’anima, le tesi sulla sua unicità o il suo susseguirsi delle vite nella costruzione della purificazione. Tratteremo della reincarnazione citando diversi studiosi tra cui Jan Stevenson (Reincarnazione, 20 casi a sostegno) nonché Whitton & Fisher (Dopo la morte prima della Rinascita), Thorwald Dethlefsen (Vita dopo vita), Jean-Louis Sìemons ( Le nostre vite anteriori), Raimond Moody (La vita oltre la vita), Mario Del Giglio (La vita per la vita) e tanti altri. Attualmente la ricerca non offre notizie nuove mentre è molto attivo è l’impiego della ipnosi regressiva per la ricerca di vite precedenti o per la correzione di malesseri presenti nella vita attuale (Brian Weiss: Molte vita, un’anima sola). Accenneremo anche la chiaroveggenza di Emanuel Swedenborg e gli interventi sulla materia di Gustavo Rol. Si tratta comunque di letture da acquisire con spirito critico e non “per fede”, da affrontare con mente libera da pregiudizi ed anche per cogliere in esse elementi di speranza. Da tenere presente che gli eventi narrati sono davvero straordinari ed è difficile credere senza alcun dubbio sulle testimonianze prodotte ma almeno vale la pena provarci e chissà che qualcuno non ricordi qualche fatto strano di cui è stato protagonista o testimone.
 Pulsante stampa  Pulsante vai a elenco
  
Torna ai contenuti | Torna al menu